Next Station Doc +

Circa due anni fa, nell’ambito dei nostri laboratori didattici, abbiamo prodotto un cortometraggio documentario su un gruppo di giocolieri che si esercita in una libera palestra all’interno del Tempio della Pace, proprio di fianco alla stazione ferroviaria di Padova. Qui abbiamo conosciuto un centro multiculturale composto da oltre 40 gruppi ed associazioni – dai cattolici cinesi alle chiese protestanti, dai gruppi etnici nigeriani ai danzatori filippini – che è molto attivo nell’integrazione etnica e sociale dell’area. Nello spazio di un chilometro quadrato troviamo la stazione dei treni con il suo popolo di migranti, le cucine popolari che ogni giorno sfornano centinaia di pasti per le persone disagiate, Piazza Gasparotto e le sue iniziative ma anche le migliaia di studenti ed i palazzi di vetro delle più importanti banche della città. Uno spazio

che gode di scarsa coesione sociale: le diverse realtà vivono esistenze separate e spesso entrano in conflitto. L’intero quartiere è una periferia urbana che fatica a trovare una sua identità, in cui i luoghi diventano vuoti urbani, ma allo stesso tempo potenziali aree di cambiamento sociale.

Per questo il desiderio di raccontare questo microcosmo è stato istintivo e immediato, e si concretizza nel concorso Next Station Doc+  che vuole raccontare il quartiere attraverso un concorso per soggetti di cinema documentario scritti da artisti under 35 calati nel quartiere Stazione di Padova o che, inteso in senso più ampio, prendano spunto del quartiere per sviluppare le tematiche dell’emarginazione e delle condizioni delle periferie e di chi ci abita.

Come funziona?

Compilate l’apposito form che trovate qui entro e non oltre il 15 maggio 2017  allegando il vostro soggetto documentario di una cartella, le motivazioni a supporto dell’idea e una vostra breve presentazione.

Gli autori dei 10 soggetti selezionati parteciperanno gratuitamente a 2 percorsi laboratoriali di storytelling e ripresa audiovisiva – che si terranno nei mesi di maggio e giugno per un totale di 88 ore – attraverso ai quali realizzeranno un teaser video del loro progetto ed una presentazione professionale (costuita da logline, soggetto, trattamento, budget, piano finanziario, canali distributivi. etc

Premi

Produzione: al termine dei laboratori una giuria selezionerà i 3 migliori progetti che vinceranno la produzione del film documentario

Distribuzione: nel corso della serata conclusiva il miglior cortometraggio tra i 3 selezionati riceverà un premio per il sostegno alla distribuzione di 2.000,00 euro.